Prestiti online Veloci

Quando richiedi un prestito online rivolgendoti ad una banca non corrisponde nella maggior parte dei casi ad un’operazione semplice e scontata.

Sebbene il costo del denaro sia fortemente diminuito a seguito della politica monetaria adottata dalla Banca Centrale Europea, gli istituti di credito italiani tendono ad imporre ai potenziali contraenti delle condizioni eccessivamente restrittive, esigendo anche delle garanzie che vanno spesso al di là delle capacità dei richiedenti.

Così, a fronte di tassi di interesse convenienti, le varie forme di finanziamento possono risultare inaccessibili per via di regole troppo ferree, a tutto svantaggio di famiglie, imprese e privati cittadini.

Piccoli prestiti personali online

Trovare su internet proposte interessanti

Chi ha ricevuto una o più risposte negative da parte di una banca al momento della richiesta di un prestito non deve lasciarsi scoraggiare, in quanto su internet è possibile trovare delle proposte interessanti, dotate inoltre di condizioni più accessibili da quelle offerte dagli istituti di credito tradizionali. Ciò che rende un prestito veloce online maggiormente vantaggioso è di solito un tasso di interesse minore, associato ad un piano di ammortamento più flessibile o personalizzabile e costi totali inferiori. Inoltre, questo tipo di finanziamenti vengono erogati in tempi più rapidi rispetto a quelli delle banche, grazie anche a preventivi online e documenti che potranno essere inviati via mail.

Richiedi Prestito on line

Requisiti prestiti online

Buone notizie anche per quanto riguarda i requisiti dei prestiti online: chi non possiede una busta paga mensile regolare o un contratto di lavoro a tempo indeterminato potrà accedere ugualmente a dei finanziamenti. In questo caso, si potrà presentare in alternativa la documentazione che attesti la presenza di entrate regolari alternative (frutto di rendite finanziarie o di un lavoro autonomo), che potranno essere corroborate da un garante.
Su internet si potranno trovare facilmente i portali di confronto delle offerte dei mutui, che consentono di raffrontare tra loro le proposte al fine di valutarne la convenienza. In occasione di queste ricerche, non si dovrà prestare attenzione solo al tasso d’interesse indicato nel TAN, ma anche al costo generale del finanziamento, espresso dall’indicatore del TAEG, ossia il tasso annuo effettivo globale, che contempla tutte le spese del prestito.

Durata finanziamento minima 12 mesi, massima 120 mesi.
TAN a partire da 4,91%, TAEG a partire da 6,17%,
TAEG massimo 16,09%
Esempio: prestito di 10.000 € su 84 mesi ad un TAN del 4,91% (TAEG del 6,17%), rata mensile da 143,70 €, importo totale dovuto dal consumatore di 11.266,80 € Esempio: 10.000 € rimborsabili in 84 mesi con rate da 143,70 € al mese – TAN FISSO 4,91%, TAEG 6,17% – importo totale del credito 10.000 € – importo totale dovuto (importo totale del credito + costo totale del credito) 12.266,80 €. Il TAEG rappresenta il costo totale del credito espresso in percentuale annua e include: interessi, commissioni di istruttoria 200,00 €, imposta di bollo su finanziamento 16 € e su rendiconto annuale e di fine rapporto 2 € per importi superiori a 77,47€; spesa mensile gestione pratica 2 €. Le condizioni economiche delle offerte, in particolare in termini di tassi applicati (TAN e TAEG) e importo delle rate mensili, potranno subire variazioni in funzione del tuo profilo finanziario.



Lascia un commento